La piastrella in ceramica è un materiale che si distingue per eccellenti qualità che oggi tende al decor di tutta la casa; sempre più protagonista all’interno del bagno e non solo.
Ad ogni gusto il suo must:

1) EFFETTO METALLO

La piastrella con effetto metallo, già proposta con successo all’inizio degli anni duemila, ritorna protagonista oggi grazie alle nuove tecnologie produttive con superfici più brillanti in grado di interpretare in modo fedele le declinazioni cromatiche, che passano dai toni dell’acciaio al
bronzo. Usate sia a pavimento sia a rivestimento, rendono l’ambiente moderno e dinamico; se posate in ambienti commerciali conferiscono un tocco metropolitano. Molto di moda il colore Corten, caldo e deciso: si sposa perfettamente sia con colori scuri come il nero, sia con i colori chiari come il bianco e il beige, oppure accostato al legno.


 

2) SEMINATO VENEZIANO

Oggi il pavimento alla Veneziana vive una nuova rinascita per la sua eleganza e versatilità, ideale per chi è alla ricerca di uno stile vintage o classico. Pavimento tipico della storia italiana: si ripresenta in chiave moderna con formati medio-grandi, con la possibilità di scegliere diverse colorazione e texture in grado di donare all’ambiente unicità, e di grande impatto estetico a parete.


 

3) EFFETTO 3D

Piastrella tipica per il rivestimento con taglio medio-grande con superficie tridimensionali di grande qualità estetica. È possibile scegliere tra finiture satinate o smaltate, perlopiù con decori astratti, ma declinati con sorprendente creatività per soddisfare qualsiasi richiesta. Attirano l’attenzione di chi le guarda, conferendo alla stanza dinamicità e modernità, tale da poter essere abbinate a qualsiasi texture e finitura liscia.


 

4) SPINA PESCE O SPINA UNGHERESE

Alternativa al listone in gres effetto legno è tornato di moda il listello piccolo con posa a spina ungherese o spina pesce. Sono fra le installazioni più coreografiche e particolari in grado di donare all’ambiente un aspetto più grande, valorizza molto le altre piastrelle di contorno. Inoltre se abbinato ad arredi contemporanei, lo stesso pavimento è capace di trasmettere un fascino esotico anche all’ambiente più moderno. Diventa invece esclusivo se utilizzato in parete, magari come: testiera del letto, l’interno doccia del bagno o come inserto nel pavimento della cucina.


 

5) TESSUTO

La piastrelle con effetto tessuto coniuga artigianalità e contemporaneità, nasce dall’idea di creare un contrasto sia tattile che visivo tra il calore, la ruvidità e la morbidezza della stoffa dalla quale si ispira. Tendenzialmente la superficie risulta esser liscia, spesso lucida e brillante a seconda della scelta.


 

6) CEMENTINE

Non recente come proposta ma ancora di gran moda grazie all’evoluzioni di colori e texture in grado di reinterpretare gusti e trend del momento. Dal formato 20×20 sia esagonale che quadrato, sono ideali per scaldare un arredo troppo moderno o per dare un’ effetto retrò ma elegante. Ideale per chi ama lo stile industriale, o per chi vuole personalizzare una ambiente.


 

7) PIETRA DI GRE’

Eleganza rigorosa del ceppo di grè, pietra sedimentaria tipica della zona del lago d’Iseo, proposta in gres porcellanato con formato medio-grande. Dalle tonalità sul grigio intervallata da ciottoli e sedimenti, chiare e più scure, che danno origine a una grafica originale.
Può essere utilizzata in ambienti commerciali e residenziali, sia a pavimento che a rivestimento, ideale per spazi ricercati e di tendenza.
Particolarmente interessante l’accostamento con materiali a contrasto, quali parquet, gres effetto legno o piastrelle colorate.